CNORME IGIENICO-DIETETICHE

PER COLON IRRITABILE

(COLITE)

 

 

Alimenti consigliati

Alimenti ammessi con moderazione

Alimenti esclusi

Verdure in genere (eccetto i legumi) meglio se senza buccia, fili e semi

Arance, mele

Pane, crackers e biscotti (meglio se con farina integrale)

Latte HD in caso di intolleranza al lattosio

Legumi (piselli, fagioli, ceci, lenticchie)

Cavoli, cipolle, peperoni

Caffè/Tè/Cioccolata

Frutta secca/di bosco

In caso di intolleranza al lattosio: latte, yoghurt, formaggi, panna, burro, e gelati

 

Inoltre

Compiere quotidianamente brevi passeggiate e, quando possibile, praticare attività sportiva moderata

Evitare la posizione seduta per molte ore e non stare fermi in piedi per lungo tempo

Molta cura per l’igiene locale: frequenti bagni tiepidi con bicarbonato e lavaggi con Anonet Liquido

Astenersi dal fumo ed evitare per quanto possibile i fattori di stress emotivo o ansia

Contattare il medico in caso di diarrea persistente, dolori addominali o perdite di sangue con le feci

 

ENORME IGIENICO-DIETETICHE

PER LA MALATTIA

EMORROIDARIA

 

 

Alimenti consigliati

Alimenti ammessi con moderazione

Alimenti esclusi

Minestre

crema di cereali, pasta e riso, minestra di verdure

passati di legumi

ravioli, tortellini e lasagne

Pietanze

carni tenere lessate, roastbeef, costata ai ferri, pesce bollito, uova sode, formaggi freschi

prosciutto crudo e cotto

salumi ed insaccati in genere, cibi in scatola, selvaggina, fritti, formaggi stagionati, fermentati o piccanti

Contorni

verdure bollite condite con olio crudo, patate al forno o al vapore

insalate crude, pomodori conditi con solo olio

cipolle, aglio, melanzane, peperoni, radici, ravanelli, fagioli e legumi in genere, funghi, tartufi, olive, capperi, sottaceti

Condimenti

olio di oliva e burro fresco (mai fritti)

formaggio grana, sale, rosmarino, basilico fresco

salse, aceto, limone, spezie (pepe, senape, curry, noce moscata, peperoncino, origano etc.)

Pane

pane integrale, crackers o grissini poco salati

pane bianco

crackers salati o aromatizzati

Frutta

frutta fresca e matura, frutta cotta non zuccherata

agrumi, banane, castagne cotte

frutta secca, mirtilli, ribes

Dolci

pasta frolla, budini, crema all’uovo, biscotti

zucchero, gelati

cioccolato, miele, pasta di mandorle, marmellate, dolci zuccherini o liquorosi

Bevande

acqua naturale o frizzante, latte, yoghurt

vino, tè e caffè leggeri

caffè ristretto, cioccolata, liquori, birra

 

 

Inoltre

Compiere quotidianamente brevi passeggiate e se possibile, praticare attività sportiva moderata

Manterere regolata la funzione intestinale: in caso di stitichezza ricorrere occasionalmente ad olio di vaselina (1 cucchiaio la mattina) oppure 1-2 supposte di glicerina; assumere molta acqua lontano dai pasti

Evitare la posizione seduta per molte ore e non stare fermi in piedi per lungo tempo

Molta cura per l’igiene locale: frequenti bagni tiepidi con bicarbonato e lavaggi con Anonet Liquido

Astenersi dal fumo

Contattare il medico in caso di perdite di sangue abbondanti o pus o comparsa di dolore o senso di peso anale e stipsi ostinata

 

SNORME IGIENICO-DIETETICHE

PER STIPSI ABITUALE

 

 

 

Alimenti consigliati

Alimenti ammessi con moderazione

Alimenti esclusi

ACQUA: consigliati almeno 2-4 lt./dì, lontano dai pasti

Verdura fresca in genere (eccetto i legumi)

Frutta fresca cruda (meglio se ben lavata e con la buccia) e cotta

Pane, crackers e biscotti con farina integrale

Aggiungere alla dieta 50 gr. di crusca al dì

Caffè

Latte, yoghurt, formaggi freschi

Miele e marmellate di frutta

Vino (1 bicchiere a pasto)

Legumi (piselli, fagioli, ceci, lenticchie)

Frutta secca

Banane, patate, riso, castagne

Cibi piccanti o fritti

Cavoli/Peperoni/Cipolle

 

Inoltre

Sospendere l’uso di lassativi di qualsiasi tipo: se la stipsi perdura da oltre 4 giorni, introdurre 1-2 supposte di glicerina o praticare un clistere evacuativo; contattare inoltre il medico

Compiere quotidianamente brevi passeggiate e se possibile, praticare attività sportiva moderata per almeno un’ora al giorno

Mettere a bagno la sera 5-6 prugne secche in un po’ d’acqua; al mattino bere l’acqua delle prugne, bere un succo di frutta, mangiare le prugne, frutta fresca e 1-2 cucchiai di miele

Evitare la posizione seduta per molte ore e non stare fermi in piedi per lungo tempo

Molta cura per l’igiene locale: frequenti bagni tiepidi con bicarbonato

Astenersi dal fumo ed evitare per quanto possibile i fattori di stress emotivo o ansia

Contattare il medico in caso di stipsi oltre i 4-5 giorni, dolori addominali o perdite di sangue con le feci

Effettuare la defecazione senza dover spingere: attendere seduti sulla tazza il sopraggiungere dello stimolo (per facilitarlo, assumere una posizione accovacciata alla “turca”, e respirare profondamente e regolarmente per 2-3 minuti)

 

DNORME IGIENICO-DIETETICHE

PER DIVERTICOLOSI

 

 

 

ALIMENTI PERMESSI

ALIMENTI SCONSIGLIATI

- pane e grissini, pane integrale, pane di segale

- pasta e riso con olio crudo,eventualmente con pomodoro fresco passato, fiocchi di avena, tapioca

- latte

- formaggi freschi non fermentati e magri (mozzarella, scamorza, stracchino, crescenza, fontina, fior di latte, ricotta di vacca)

- uova non fritte

- carne di vitello, pollo, tacchino, agnello, fegato di vitello

- prosciutto cotto e crudo, bresaola

- pesce lessato o ai ferri

- verdura: patate bollite - barbabietole - zucchine – avocado (talora e' ben sopportata l'insalata bianca)

- frutta: mele - pere - banane - albicocche - pesche - mirtilli - fragole - lamponi - succhi di frutta

- dolci, cioccolato, creme

- olio, burro, margarina

- caffe' e te'

- uova fritte

- formaggi fermentati e piccanti (pecorino, gorgonzola, brie, camembert, formaggio blu, all'aglio, con le noci, con il pepe)

- carni grasse, carni fritte

- ceci, lenticchie, fagioli, piselli, cipolle, patate fritte

- agrumi, frutta secca

- alcoolici

- cibi fritti e sostanze irritanti

 

 

 

 

Inoltre

In genere è consigliabile un regime che controlli il sovrappeso.

Si deve evitare una vita sedentaria che appesantisce inutilmente la funzione intestinale.

Nella malattia diverticolare non complicata (al di fuori dell'attacco acuto che richiede a volte la sospensione dell'alimentazione orale) in linea generale viene consigliata una dieta ad alto residuo, ricca di scorie (verdura e frutta, crusca) allo scopo di aumentare la massa fecale ed ottenere almeno una o meglio due scariche alvine al giorno di feci molli.

In questo modo viene ridotta la pressione endoluminale che provoca dolore e nel tempo produce ulteriori erniazioni della mucosa.

Nella maggior parte dei casi e' necessario aggiungere un supplemento di piu' efficace di quella raffinata, e quella cruda lo e' piu' di quella cotta.

La crusca cruda puo' essere mescolata ai vari alimenti; per evitare il senso di gonfiore addominale ed i dolori che compaiono nei primi giorni di trattamento, e' opportuno aumentare progressivamente la dose, iniziando con 5 grammi al giorno ed aggiungendo 5 grammi ogni settimana fino a raggiungere la dose quotidiana consigliata.

La crusca cotta viene venduta sotto varie preparazioni come pasta integrale, grissini e crackers integrali, pane integrale, biscotti integrali (molto piu' costose della crusca grezza). Si possono usare in alternativa alla crusca i lassativi di massa come la emicellulosa o l'estratto di psillio.

 

Prescrizioni dietetiche

©2017 ivanonigra.it

tutti i diritti riservati

Realizzato con Adobe Muse™ CC (2017) per Apple Mac™

 

Informativa PRIVACY e politica COOKIES